Creiamo Progetti di Marketing e Comunicazione per le Aziende

Featured Image

L’e-commerce non è (solo) un sito web

Quando pensate ad un e-commerce pensatelo senza e- e capirete che gli sforzi necessari sono pari a quelli profusi per aprire un negozio fisico. Perché di questo si tratta, di aprire un negozio con tutte le conseguenti azioni relative a magazzino, logistica, spedizioni, assistenza clienti, promozione, ecc.

Business Plan per realizzare un e-commerce

Uno dei più comuni errori, quando si affronta un progetto come la realizzazione di un sito e-commerce, è quello di tralasciare un elemento importantissimo quale la redazione di un business planVendere on-line non è facile. Approcciarsi al mondo dei siti e commerce in modo approssimativo e senza un piano programmato è forse una della maggiori cause di insuccesso.

Questo è il più grande suggerimento che si possa dare a chi vuole investire nel commercio elettronico. È la base senza la quale i successivi suggerimenti potrebbero essere vani.

 

Alcuni suggerimenti per migliorare le vendite online dei vostri siti e-commerce

Scheda prodotto

Fate una scheda prodotto efficace. Intendere la scheda prodotto come una landing page sarebbe l’ideale. Il punto fondamentale della scheda è il titolo: titoli troppo generici non portano a nulla. Se vendete telefonini non potete chiamare ogni scheda prodotto “telefonino” perché non si distinguerebbero l’una dall’altra e non darebbero nessuna informazione utile all’utente. Seguite questo schema: TIPO PRODOTTO + BRAND + MODELLO + VARIANTI. Poi pensate a rendere le vostre schede prodotto dei vostri siti e-commerce rassicuranti. Ricordatevi che non potete approcciare il cliente in modo fisico come in un negozio reale, siete su una piattaforma di commercio elettronico dove l’utente deve sentirsi a proprio agio, per questo motivo siate chiari e sinceri.

Niente contenuti duplicati presi da altri e-commerce

Non usate contenuti duplicati. Non copiate dai cataloghi dei vostri fornitori. Ogni testo deve essere originale. Se copiate Google se ne accorge e penalizza il vostro sito e-commerce nella SERP rischiando di vedere vanificato tutto un gran lavoro di pianificazione e progettazione e conseguentemente vedere crollare le vendite on-line.

Gestite le spedizioni

Siate chiari con le spedizioni e resi: fatevi affiancare da un avvocato preparato sugli e-commerce. Essere chiari e trasparenti sulle condizioni di spedizione e modalità dei resi può fare la differenza. Ricordatevi che l’obiettivo di un e-commerce non è vendere, ma rivendere agli stessi clienti. Ne riparleremo fra qualche punto.

Fare buon SEO, il miglior investimento per un sito

Il miglior investimento che fanno i nostri clienti è quello di destinare del budget ad un’attività di SEO per i loro siti. Questo è un investimento che dura nel tempo e porta i migliori risultati.

Checkout: quella fase che permette di aumentare le conversioni del 20% delle vendite on-line

Il checkout è la fase finale in una transazione relativa al commercio elettronico. Il vostro impegno, in questa fase, è rendere sicuro il cliente, che non deve avere dubbi a cliccare quel bottone dove c’è scritto “ACQUISTA”.

Assistenza, questa sconosciuta

Come già detto nell’intro, un e-commerce non è semplicemente un sito che autogenera profitti: va progettato, promosso e seguito. L’assistenza è fondamentale, perché il cliente deve sentirsi sicuro e coccolato. Al minimo dubbio lo perdete. Quindi pensate ad una risorsa che possa gestire questo aspetto. Magari dalle 9 alle 18, magari con una chat, magari con un sistema di messaggistica come Whatsapp nella versione Business.

Statistiche e tracking

Se conoscete le abitudini dei vostri utenti, sarà più facile convertirli in clienti. Semplicemente perché sarete in grado di dargli ciò che cercano. Quindi utilizzate i tools di tracciamento, analisi e report esterni o del sito per aumentare le performance delle vostre vendite on-line.

Advertising

Progetto fatto, business plan promettente, sito funzionante e ora? Ora dovete trovare i clienti. Dopo una buona e imprenscindibile attività di SEO, è opportuno promuovere il proprio sito internet con della pubblicità mirata. Fatevi trovare nei luoghi digitali che frequentano i vostri clienti.

Post vendita

Dopo tutta l’attenzione che avete posto nei confronti dei vostri utenti durante la fase di acquisto pensavate di aver finito qui? Niente affatto, una fase importantissima in un sito e-commerce è il post vendita. Come detto qualche punto fa, non basta vendere, bisogna rivendere per rimanere in piedi nel tempo. Quindi è necessaria una strategia di ricontatto dei clienti.

Non lasciare al caso le scelte

Come realizzare un sito e commerce è tecnicamente facile, renderlo remunerativo è un po’ più difficile. I consigli utili sono tanti e quelli espressi in questo articolo sono solo alcuni. Il miglior consiglio è quello di rivolgersi a professionisti capaci e seri. Ricorda che le figure professionali interessate nell’apertura di un ecommerce sono varie e tutte contribuiscono alla realizzazione del vostro sito e-commerce.

 

L'e-commerce non è un sito web